SANIFICAZIONE AMBIENTALE PER COMBATTERE LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS

I mass – media parlano continuamente di Sars – CoV – 2 e di epidemia Covid – 19 , ma esattamente qual è il significato delle sigle ed in cosa si distinguono?

Il SARS – CoV – 2 (Severe acute respiratory syndrome Coronavirus 2), chiamato così perchè è il fratello del SARS – CoV – 1, è il nome del virus che ha causato il diffondersi del Covid – 19. È un virus a RNA appartenente alla famiglia dei Coronavirus caratterizzato da un aspetto tipico a corona. Il COVID 19 è la malattia ed il suo nome è l’acronimo di CO (corona), VI(virus ),D (desease/malattia) e 19 (l’anno di identificazione).

Per il contenimento della diffusione dell’epidemia COVID – 19, quali fattori si devono prendere in considerazione?

Per il contenimento della diffusione dell’epidemia COVID – 19, si devono tenere in considerazione le modalità di trasmissione di SARS – CoV – 2, la presenza e il tempo di permanenza del virus sulle superfici, l’efficacia dei prodotti igienizzanti e disinfettanti e le metodologie di applicazione, oltre al loro impatto sull’ambiente e sulla salute umana che può essere compressa dall’impiego di prodotti non idonei anche per i potenziali effetti tossici sull’ambiente.

Come avviene la trasmissione delle infezioni da coronavirus come il SARS – CoV – 2?

La trasmissione delle infezioni da coronavirus avviene principalmente attraverso contatti stretti tra persona e persona o per esposizione delle mucose nasali e boccali o delle congiuntive di un individuo alle goccioline emesse con gli starnuti o la tosse di un soggetto già infettato.

Anche se in minor misura, il contatto diretto o indiretto con superfici o oggetti contaminati da saliva, muco nasale o espettorato di individui infetti possono essere vie di trasmissione. Ciò succede, per esempio quando si portano le mani contaminate alla bocca, naso, occhi. Per questo motivo è bene mantenere una corretta igiene delle superfici e delle mani.

Il virus può diffondersi attraverso la trasmissione fecale – orale? E in via aerea?

Non si può escludere per il momento una possibile trasmissione fecale – orale, mentre si può confermare che la trasmissione non avvenga per via aerea tranne in situazioni specifiche come in ambito ospedaliero.

Qual è il tempo di sopravvivenza del virus SARS-CoV-2 sulle superfici?

Secondo gli studi, in condizioni sperimentali il tempo di sopravvivenza su superfici dei coronavirus, come il virus della SARS e della MERS, oscilla da 48 ore fino a 9 giorni, a seconda della matrice/materiale, della temperatura, dell’umidità e della concentrazione.

Gli studi confermano che il tempo di sopravvivenza della SARS-CoV-2, in condizioni sperimentali, è equiparabile a quella del virus della SARS (SARS-CoV-1), mostrando un decadimento esponenziale nel tempo.

Quali prodotti si possono utilizzare per sanificare gli ambienti?

Si devono utilizzare prodotti PMC efficaci contro i coronavirus e autorizzati dal Ministero della Salute, recando minor danno all’ambiente e alla salute dei cittadini anche per i potenziali effetti tossici a breve e lungo termine.

Quale misura di contenimento del rischio sanitario per l’insorgenza di patologie derivanti dal virus Covid – 19 offre la Rondine disinfestazione s.a.s?

La nostra società offre il servizio di sanificazione ambientale tramite nebulizzazione di prodotti professionali, privi di quaternari dell’ammonio, registrati dal Ministero della Salute con rilascio di certificazione attestante il lavoro svolto.

L’efficacia di questi prodotti contro i virus incapsulati, come i coronavirus, è comprovata secondo le norme di prova EN allineate con diversi metodi di applicazione, segmenti e microrganismi.

In quali ambienti opera la Rondine disinfestazione s.a.s?

La nostra azienda opera in tutti gli ambienti di lavoro: uffici, magazzini, ambulatori e ospedali, ristoranti e bar, scuole, centri sportivi, edifici pubblici, nel rispetto delle norme ambientali e secondo i criteri di certificazione di qualità, di gestione e controllo delle infestazioni (ISO 9001 e ISO 16636).

Quali metodologie applicative sono utilizzate per la disinfezione?

Le metodologie applicative utilizzate per la disinfezione variano in base alla struttura in cui deve essere effettuato il servizio. Si possono impiegare apparecchiature nebulizzanti e pistole spalleggiati con erogazione finale elettrostatica oppure atomizzatori montati su pick – up o spalleggiati.

Nel “Decreto Cura Italia” sono previsti incentivi?

Sì, nell’art. 64 del “Decreto Cura Italia”, per tutti gli imprenditori e professionisti, sono previsti, quale misura di contenimento del contagio del virus Covid-19, incentivi per gli interventi di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro attraverso la concessione di un credito d’imposta, nella misura del 50 per cento fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario.

 
 
CHIAMA SUBITO 3285383841
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

3285383841