Disinfestazione Vespe e Calabroni

La Rondine disinfestazione s.a.s. offre il servizio di disinfestazione da vespe e calabroni, operando in modo che Voi possiate vivere in ambienti in condizioni igienico sanitarie ottimali e garantendovi assistenza continua.

 

LE VESPE E I CALABRONI

Le vespe e i calabroni appartengono alla famiglia Vespidae, sezione Aculeata, Ordine Hymenoptera, classe Insecta, phylum Arthropoda, regno Animalia.

 

Quale aspetto hanno le vespe e i calabroni?

Le vespe sono di color giallo e nero, prive di peli e presentano un netto restringimento tra torace e addome. Nel genere Vespula la parte anteriore dell’addome è squadrata mentre, nel genere Polistes, è affusolata.

Il calabrone (Vespa crabro) ha le dimensioni maggiori rispetto alle altre vespe. Il suo addome è striato, di colore giallo tendente all’arancione, mentre il capo ed il torace sono più scuri con sfumature marroni.

 

Quali funzioni hanno questi imenotteri nell’ecosistema?

La funzione principale di questi insetti nell’ecosistema è quella di cacciare altri insetti per depositare le proprie uova e per poterli dare in pasto alle proprie larve o anche ad altri adulti. Ciò consente di regolare la presenza di parassiti sia in natura sia nelle coltivazioni. Le vespe sono, a loro volta, fonte di nutrimento per le rondini e i falchi.

 

Qual è il ciclo vitale delle vespe e dei calabroni?

Le vespe e i calabroni formano colonie stagionali: con i primi freddi tutti i componenti del nido (maschi, operaie e la vecchia regina) muoiono. Sopravvivono solo le giovani regine fecondate che, durante lo svernamento, si riparano sotto la corteccia degli alberi o all’interno delle abitazioni prediligendo i cassonetti delle tapparelle o i sottotetti. In primavera ogni giovane regina costruisce il proprio nido: dalle uova si originano larve che diventeranno vespe operaie, dedite al mantenimento del nido. La regina depone uova di operaie per tutta la stagione per ampliare il nido, solo nell’ultima generazione, depone, in particolari cellette, uova da cui nasceranno giovani regine e fuchi, facendo ricominciare il ciclo vitale.

 

Quali alimenti prediligono?

Le vespe e i calabroni prediligono il cibo di origine vegetale: sono ghiotti di sostanze zuccherine come il nettare dei fiori, la polpa della frutta matura caduta dagli alberi e i preparati di pasticceria. Sono tuttavia anche predatori di insetti e non disdegnano le sostanze proteiche – si nutrono anche di carne e pesce. L’alimentazione delle larve è prevalentemente di origine proteica.

 

Da cosa sono costituiti i nidi delle vespe e dei calabroni?

I favi sono costituiti da un materiale simile al cartone prodotto dalla masticazione e sminuzzamento delle fibre legnose impastate con la saliva di questi insetti. I nidi sono formati da cellette il cui numero varia a seconda della specie. Anche il numero di individui all’interno di un nido varia da qualche decina a centinaia a seconda della specie.

 

Come si differenziano i nidi a seconda della specie?

I nidi si possono differenziare dalla presenza/assenza di un involucro, di un peduncolo e dal luogo ove viene costruito il favo: all’aria aperta o in luogo riparato dalla pioggia, in un tronco cavo o sottoterra.

Per esempio il genere Polistes costruisce favi a coppa rovesciata con peduncolo, privo di involucro, mentre il genere Vespula con l’involucro e di forma sommariamente sferica. Alcune specie come la Vespula germanica costruiscono il favo sottoterra, altre, come la Vespula silvestris, fissato ai rami di un arbusto o di un cespuglio. Il calabrone costruisce il proprio nido senza involucro nei tronchi cavi o nelle cavità dei muri.

 

Le vespe e i calabroni sono dotati di pungiglione?

Sì. Sono dotati di pungiglioni lisci. Ciò consente di pungere più volte. Inoltre, quando le vespe e i calabroni si sentono in pericolo secernano un feromone di allarme richiamando altre vespe.

 

Quando si consiglia di disinfestare e rimuovere i nidi delle vespe e dei calabroni?

E’ consigliabile disinfestare e rimuovere i nidi delle vespe e dei calabroni quando vi sono pericolo per le persone o danni alle coltivazioni. Per esempio, quando il nido è in prossimità delle abitazioni o delle vie di transito, oppure quando i calabroni, nutrendosi di frutta ed api, invece di regolare la presenza dei parassiti, possono arrecare perdite economiche.

 

Quali conseguenze possono portare le punture di questi insetti?

Oltre ad essere dolorose, le punture delle vespe possono provocare a livello locale arrossamento e gonfiore, ma anche reazioni allergiche più gravi quali malessere, gonfiore, orticaria, prurito diffuso, vertigini, nausea, dolori addominali, vomito, diarrea, mancanza di respiro, stordimento, confusione mentale, abbassamento della pressione sanguigna, fino alla perdita di coscienza e allo shock anafilattico. Se si presentano reazioni allergiche gravi è bene chiamare immediatamente un’ambulanza.

 

Se siete invasi dalle vespe e calabroni e volete bonificare l’ambiente, chiamateci!

Manderemo, sul posto, il responsabile della nostra Società “La Rondine Disinfestazione”, il Dott. Di Benedetto Giovanni, che vi proporrà il metodo di intervento più adatto alle vostre esigenze. Garantiamo assistenza continua!!

 

Il numero di telefono è 328 5383841,

il preventivo è gratuito e senza impegno.

 

 
 
CHIAMA SUBITO 3285383841
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

3285383841